Chiacchierata “social” tra Paolo Maldini e Filippo Inzaghi: “I ragazzi non ce la facevano più a stare a casa”, ha dichiarato il direttore tecnico rossonero.

Il responsabile dell’area sportiva del Milan, Paolo Maldini, è intervenuto in diretta su Instagram con l’amico ed ex compagno di squadra, Pippo Inzaghi. “Abbiamo ripreso – ha dichiarato il direttore tecnico rossonero – ma bisogna stare attenti. I ragazzi non ce la facevano più a stare a casa e noi nemmeno. Abbiamo chiuso le parti comuni di Milanello, erano divisi quattro per ogni campo, in dodici riesci a lavorare bene lo stesso. C’è tanta incertezza, tutto dipenderà da quello che deciderà la Serie A. Dobbiamo provare ad andare in campo, sarebbe un disastro sotto tutti i punti di vista, in primis quello economico. Bisogna provarci. La Francia, secondo me, ha sbagliato, ma noi accetteremo quello che sarà il verdetto del governo”.

Milanello Cellino
Nella foto: il centro sportivo Milanello

Nel corso della chiacchierata, Paolo Maldini ha parlato anche del ruolo di dirigente: “Quando sei calciatore hai altre armi: l’impegno in campo, l’essere sempre a disposizione, puntuale e preciso. Da dirigente devi conquistarti tutto, sei meno credibile di quando dai l’esempio in campo. Sono ere diverse, la storia conta e sono sicuro che farò il dirigente solo al Milan. Non lo farò da nessun’altra parte. La cosa bella è che capisci, a distanza di tempo, quello che è stato fatto dai tuoi dirigenti ai tempi in cui giocavi”.

ultimo aggiornamento: 08-05-2020


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Milan, senti Rangnick: “Ci sono stati colloqui, non escludo nulla”

Ibra, dopo il rientro in Italia l’incontro con Gazidis