I tentennamenti di Rangnick riavvicinano Luciano Spalletti ai rossoneri. E stavolta l’operazione può andare in porto.

Da una parte Stefano Pioli, che spera nella conferma da parte del Milan (e nella ripartenza del campionato per provare a guadagnarsela). Dall’altra Ralf Rangnick, che non è più così sicuro di approdare in Italia. Il futuro della panchina rossonera è ancora un rebus. E spunta una terza ipotesi. Che poi sarebbe un ritorno di fiamma. Come riporta il Corriere dello Sport, l’indecisione del tecnico tedesco (che resta comunque la prima scelta per il fondo Elliott e l’amministratore delegato Ivan Gazidis) avvicina per l’ennesima volta al Milan il nome di Luciano Spalletti.

Ralf Rangnick
Nella foto: Ralf Rangnick

I rossoneri avevano corteggiato l’allenatore di Certaldo nei mesi scorsi, dopo l’esonero di Marco Giampaolo (prima della virata su Stefano Pioli). La trattativa non andò in porto, ma ora gli scenari sono cambiati. Il Milan è alla ricerca di un coach che sappia riportare la squadra in Champions League e Spalletti potrebbe essere il profilo giusto. Luciano, infatti, ha raggiunto in ben undici occasioni l’agognato traguardo: in cinque stagioni alla Roma, per quattro volte con lo Zenit San Pietroburgo e per due volte di fila con l’Inter appena acquistata dal Gruppo Suning.

TAG:
Luciano Spalletti Ralf Rangnick Stefano Pioli

ultimo aggiornamento: 04-04-2020


Milan, pronto il rinnovo di Romagnoli

Pobega: “Tornare al Milan sarebbe un sogno”