Nuovo San Siro: nodo volumetrie, ma l'accordo è più vicino

Nuovo San Siro: nodo volumetrie, ma l’accordo è più vicino

Nuovo passo avanti nella realizzazione del nuovo San Siro. L’intesa tra Milan, Inter e il Comune di Milano appare più vicina.

“Non presenta interesse culturale e come tale è escluso dalle disposizioni di tutela”. Il ministero dei Beni culturali si è espresso in merito allo stadio “Meazza”, che – parere alla mano – può essere abbattuto. Si tratta di un ulteriore tassello nella realizzazione del nuovo San Siro.

Lucas Biglia Andrea Pirlo Musacchio Castillejo Milan-Udinese Theo Hernandez rivera ricardo rodriguez San Siro Milan Milan-Sassuolo Paquetà

Tuttavia, come riporta il Corriere della Sera, Milan e Inter non intendono approfittare del mancato vincolo e andranno avanti con l’ultimo progetto presentato – qualche giorno fa – al Comune di Milano, che prevede un parziale riutilizzo del vecchio impianto. Il grande nodo da sciogliere resta quello delle volumetrie. I due club, a fronte di un ulteriore investimento – ovviamente non previsto nel piano iniziale – da 74 milioni per tenere in vita una parte dell’attuale Meazza, chiedono di edificare 180 mila metri quadrati per rientrare dalla spesa da oltre un miliardo. Richiesta che Palazzo Marino giudica troppo alta.

L’accordo, comunque, appare ora più vicino. La strada è ancora lunga, ma c’è ottimismo. Entro l’estate dovrebbe arrivare il nuovo studio di fattibilità, poi ci sarà l’approvazione della Giunta, del Consiglio Comunale e della Regione Lombardia. Il via libero definitivo dovrebbe arrivare tra aprile e ottobre 202.

Aggiornato il: 22-05-2020