Da Calhanoglu ad André Silva e non solo: l’ex d.s. rossonero Mirabelli ha parlato di Milan a TMW Radio. Ecco le sue dichiarazioni.

L’ex direttore sportivo del Milan, Massimiliano Mirabelli, ha parlato dei rossoneri ai microfoni di TMW Radio, nel corso della trasmissione “Stadio Aperto” condotta da Francesco Benvenuti e Niccolò Ceccarini. “Quando ho portato Calhanoglu al Milan era un giocatore che aveva subito una lunga squalifica per un doppio tesseramento quando era minore, è arrivato con qualche chilo in più. Essendo un turco-tedesco ci voleva il tempo di farlo ambientare alle abitudini italiane, e vi dico che ha potenzialità ancora maggiori rispetto a quanto sta mostrando. Mi auguro che possa rinnovare, perché è il numero 10 del Milan, e sta facendo bene. Mi fa piacere tra l’altro vedere un 50% del mio lavoro in questo Milan”.

Alessio Romagnoli
Nella foto: Alessio Romagnoli

Si parla anche di Andre Silva e delle critiche ricevute da Romagnoli: “Anche lui – ha affermato in merito al portoghese – con quella pressione che porta la maglia numero 9, aveva bisogno di più tempo. E mi dispiace che non sia potuto rimanere, perché sa fare cose straordinarie. Basti pensare cosa dice Ronaldo di lui: stravede per questo ragazzo, perché è giocatore che ha fisicità, eleganza, sa fare gol. Mi sarebbe piaciuto vederlo ancora in Italia, poteva fare bene. Sono un po’ sorpreso dalle critiche a Romagnoli. Però bisogna pensare che, essendo il capitano del Milan, è giocatore che tira la carretta da tantissime gare. La squadra è buona ma non ha tanti ricambi, specialmente nel suo ruolo: per me non ci sono dubbi, è di sicuro affidamento”.

TAG:
Alessio Romagnoli Hakan Calhanoglu Massimiliano Mirabelli

ultimo aggiornamento: 24-11-2020


Romagnoli: “Ibra ha qualità assurde. Scudetto? È presto”

Milan, un vice Ibra a gennaio? Spuntano Milik e Giroud