La Corte di Appello di Milano ha riformato la sentenza di primo grado obbligando Boban a restituire una somma consistente al Milan.

Secondo quanto riportato da “Calcio e Finanza”, Zvonimir Boban dovrà restituire una parte del risarcimento al Milan, dopo la causa in seguito al licenziamento da parte del club rossonero. Nel dicembre 2020 il Giudice del lavoro del Tribunale di Milano aveva accolto il ricorso del dirigente croato, condannando il Milan. La società rossonera, però, aveva presentato un ricorso, ottenendo un risultato favorevole: la Corte di Appello di Milano, infatti, ha riformato la sentenza di primo grado respingendo la domanda di Boban, il quale dovrà restituire 1,2 milioni di euro al club di via Aldo Rossi. Non solo: la Corte di Appello ha ritenuto che Boban debba restituire al Milan anche una ulteriore cifra pari all’ammontare di tutti i guadagni derivanti dalle sue attività lavorative dal marzo 2020 a fine novembre 2022.

Fiorentina-Milan Gasperini Ravelli Sirigu Gazidis Allegri Gianluca Scamacca Pellegatti Matias Viña Saelemaekers Florentino Luis Antonee Robinson Januzaj Juan Jesus Omar Alderete Dani Olmo Jerome Boateng Cengiz Under Christensen Simon Kjaer Petagna elliott Milan Arrigo Sacchi Rivera Maldini Boban Todibo Llorente Milan

ultimo aggiornamento: 13-10-2021


Ecco quante partite salterà Maignan

Maignan: “Grazie per il sostegno, insieme siamo più forti”