Musacchio, reale infortunio o atto di insubordinazione?

Musacchio, reale infortunio o atto di insubordinazione?

L’argentino si rifiuta di entrare in campo al posto di Kjaer: “Musacchio mi ha detto di aver avuto un problema fisico”, ha tagliato corto Pioli.

Milan-Torino, minuto quarantaquattro del primo tempo: Simon Kjaer, dopo un allungo, sente tirare e chiede il cambio. Tutti si aspettano di vedere Mateo Musacchio, invece dalla panchina spunta il giovane Matteo Gabbia, che se la cava alla grande disputando un match impeccabile. Ma cos’è successo? Pioli aveva in effetti chiamato Musacchio, ma l’argentino si è rifiutato di entrare facendo segno alla panchina di avere un problema al polpaccio. Infortunio o insubordinazione, si chiede il Corriere della Sera?

Stefano Pioli derby Milan

“Musacchio stava per entrare – ha dichiarato Stefano Pioli a fine partita – ma mi ha detto che nel riscaldamento ha avuto un problema al polpaccio. Speriamo non sia niente di grave. Che non sia contento sicuramente sì, come tutti i compagni che sono in panchina”. Questione chiusa? Certo che no. Siamo certi che il Milan indagherà per fare chiarezza (dopo il primo tempo il centrale argentino è rimasto negli spogliatoio e non è rientrato in campo).

Kjaer ha sentito qualcosa durante l’allungo – ha aggiunto l’allenatore rossonero al termine del match con il Toro lui dice che non dovrebbe essere nulla di grave. Speriamo abbia ragione, perché andiamo incontro ad un periodo importante”.

Aggiornato il: 18-02-2020