Nelle ultime uscite della squadra, Theo Hernandez non ha brillato. Non ha fatto male, ma non è riuscito a fare la differenza.

Anche contro la Roma, non è stato il solito Theo Hernandez. Spesso timido, più volte impacciato, poco incisivo in fase offensiva: il francese ha giocato con il freno a mano tirato, senza quella sicurezza e lo strapotere fisico che hanno sempre contraddistinto il suo stile.

Fin qui, Theo le ha giocate tutte, tra campionato ed Europa League (playoff e fase a gironi). Con ogni probabilità, il terzino avrebbe bisogno di rifiatare un po’. E chissà che Pioli non gli conceda un turno di riposo giovedì contro lo Sparta Praga, schierando Dalot sul binario mancino e uno tra Calabria e Conti sulla corsia opposta.

Milan-Verona Theo Hernandez Milan Brescia-Milan

Il Milan ha bisogno del miglior Hernandez, dei suoi strappi palla al piede sulla fascia, della sua aggressività. Non ha fatto male nelle ultime partite, questo va detto, ma non è stato quel valore aggiunto che ha dimostrato di sapere essere. Insomma, Theo non è un giocatore come gli altri, non vive di sufficienze. Ecco perché Pioli e i tifosi rossoneri si aspettano di più.

La redazione di Notizie Milan - giovane, dinamica e indipendente - vive il mondo rossonero 24 ore su 24.
Una passione a 360°, che si fa professione per raccontare in modo libero e scrupoloso le vicende del Diavolo.
Dalle news al calciomercato, dalle partite ai social, da Milanello a San Siro: la nostra missione è tenervi sempre aggiornati.
Perché Notizie Milan c’è, sempre e comunque, che si vinca o che si perda. Per i nostri lettori, per noi che amiamo questi colori.

Clicca qui per mettere "mi piace" alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per seguire Notizie Milan su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per scaricare la nostra APP

Riproduzione riservata © 2021 - NM

Milanello

ultimo aggiornamento: 27-10-2020


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Giacomelli e Nasca puniti dai vertici arbitrali: fuori un mese

Stadio Inter e Milan, il nuovo progetto presto in Comune