Quattro traverse, due infortuni, un gol annullato dal VAR: il Milan avrebbe meritato di vincere. Ma il calcio è questo. La reazione è stata comunque da grande squadra.

Serie A, Milan-Parma 2-2: solo la sfortuna ha fermato i rossoneri di Pioli, padroni della partita dall’inizio alla fine. Due infortuni (Gabbia dopo pochi minuti, Bennacer nella ripresa), un gol annullato nel primo tempo per un millimetro scarso, due reti subite su altrettanti tiri in porta. E poi… quattro traverse. Sì, quattro! Tre di Calhanoglu e una di Brahim Diaz. Il Parma? Niente di che, solo fortuna e due ripartenze vincenti.

Theo Hernandez
Nella foto: Theo Hernandez

Peccato! Il Milan avrebbe meritato molto, molto di più. Fortunatamente ci ha pensato Theo Hernandez (doppietta) a evitare una sconfitta che sarebbe stata ingiusta. Alcuni singoli hanno deluso, questo è vero: le sostituzioni, ad esempio, non hanno hanno sortito l’effetto sperato (male Leao e Hauge, molto bene Kalulu). Resta l’amaro in bocca per i due punti persi, ma i rossoneri hanno dimostrato di essere sul pezzo. Ora sotto col Genoa: l’obiettivo è rialzare subito la testa.

TAG:
Milan-Parma Serie A slider

ultimo aggiornamento: 13-12-2020


Serie A, Milan-Parma: le formazioni ufficiali

Milan-Parma, Pioli: “Rimane una serata storta. Secondo posto? Firmerei solo per il rinnovo”