Nell’accordo con l’Eintracht, che ha portato al passaggio (sempre in prestito) di André Silva in Germania, non è previsto un diritto d’acquisto per Rebic.

Dopo una prima parte di stagione piuttosto complicata, vissuta spesso ai margini (sia con Giampaolo che con Pioli), Ante Rebic si è finalmente imposto anche in rossonero. Da oggetto misterioso, dunque, l’attaccante croato è diventato un vero e proprio jolly dell’attacco del Milan. Tanti gol e ottime giocate, corsa e intensità, l’ex Eintracht si sta mettendo un bella mostra migliorando di partita in partita. Ma il suo futuro a Milanello è tutt’altro che certo.

Gazidis Allegri Gianluca Scamacca Pellegatti Matias Viña Saelemaekers Florentino Luis Antonee Robinson Januzaj Juan Jesus Omar Alderete Dani Olmo Jerome Boateng Cengiz Under Christensen Simon Kjaer Petagna elliott Milan Arrigo Sacchi Rivera Maldini Boban Todibo Llorente Milan

Rebic, infatti, è approdato al Milan in prestito per due stagioni nell’ambito di una operazione che ha portato il portoghese Andreé Silva a Francoforte con la stessa formula. Al termine dei ventiquattro mesi, dunque, i due giocatori dovranno rientrare nelle rispettive squadre in quanto nell’accordo non è previsto un diritto di acquisto. I due attaccanti sono stati valutati circa 25 milioni di euro ma, come detto, i due club non hanno stabilito una cifra per l’acquisizione a titolo definitivo. Come riporta La Gazzetta dello Sport, visto l’ottimo rendimento del croato Ante, il Milan starebbe pensando di inserire questa opzione, da poter esercitare a fine stagione o all’effettiva scadenza del prestito.

TAG:
André Silva Ante Rebic calciomercato

ultimo aggiornamento: 12-02-2020


Maldini: “Lavoriamo per avere il Milan dei nostri sogni”

Verso Milan-Juve, Pioli: “Il futuro non è una mia priorità”