Milan, ora servono i gol dei trequartisti (e alla svelta!)

Milan, ora servono i gol dei trequartisti

Fin qui, solo Rebic ha fatto bene sotto-porta, ma ora che il croato sta giocando da prima punta il Milan ha bisogno anche di altri “goleador”.

E adesso i gol. Perché i numeri dell’attacco sono davvero negativi per poter essere veri (ma lo sono, purtroppo!). Nel Milan che segna con il contagocce servono subito le reti dei trequartisti. Fin qui, gli unici ad aver fatto bene sotto porta sono Ante Rebic, Zlatan Ibrahimovic e Theo Hernandez. Ma nel modulo 4-2-3-1 sono fondamentali anche le incursioni a rete dei giocatori che ruotano attorno alla punta centrale.

Jovic Ante Rebic Juventus-Milan
Nella foto: Ante Rebic

Come sottolinea il quotidiano Tuttosport, mister Stefano Pioli si aspetta un netto miglioramento in fase realizzativa da parte dei vari Calhanoglu, Bonaventura e Castillejo (senza dimenticare Paquetà). Il giocatore turco è fermo al gol segnato contro il Verona, mentre mancano all’appello i sigilli di Jack (due gol in campionato, ma da mezzala), Samu e Paquetà. Dietro Ante Rebic, dunque (che a Lecce non agirà da trequartista esterno ma da centravanti puro in attesa del ritorno di Ibrahimovic), c’è un vuoto preoccupante sotto.

Pioli, come detto, si augura che i suoi “rifinitori” possano (ri)trovare finalmente la via della porta avversaria. Al “Via del Mare” (si gioca lunedì 22 giugno con fischio d’inizio alle 19.30), a meno di cambi dell’ultimo momento, l’allenatore rossonero dovrebbe puntare proprio su Calhanoglu, Bonaventura e Castillejo, con Rebic là davanti in cerca di riscatto dopo la sciocchezza commessa in Coppa Italia.

Aggiornato il: 21-06-2020