Se lo svedese dovesse lasciare il Milan, gli uomini di mercato di via Aldo Rossi sarebbero obbligati a effettuare un doppio colpo in attacco.

In questa stagione l’attacco del Milan ha faticato parecchio. In campionato, infatti, i rossoneri hanno messo a segno la miseria di ventotto gol: solo tre squadre (Udinese, Spal e Brescia) hanno fatto peggio in Serie A. Insomma, il reparto offensivo milanista ha lasciato spesso a desiderare. L’arrivo di Ibra ha migliorato un po’ la situazione, aumentando la media realizzativa della squadra, ma manca ancora qualcosa.

Milan-Genoa Fiorentina-Milan Milan-Torino Milan-Juventus Inter-Milan derby Milan-Verona Brescia-Milan Milan-Udinese Zlatan Ibrahimovic Milan-Udinese Massimiliano Mirabelli

E mancherebbe ancor di più – osserva il quotidiano Tuttosport – se Zlatan dovesse lasciare il club di via Aldo Rossi. Al momento, in rosa ci sono Rebic e Leao, ma i due sono più esterni d’attacco che vere prime punte. In caso di addio di Ibrahimovic, dunque, il Milan sarebbe costretto a effettuare un doppio intervento sul mercato, così da avere almeno due alternative nel ruolo di centravanti.

Milik occupa una delle prime posizioni sul taccuino rossonero. Il polacco avrebbe già deciso di non rinnovare il contratto con il Napoli, in scadenza nel 2021, costringendo la società partenopea a cederlo già in estate. Ma non basterebbe. Perché il Milan, come detto, se dovesse davvero partire Ibra, dovrebbe aggiungere all’attuale organico non uno ma due attaccanti.

TAG:
calciomercato Milik

ultimo aggiornamento: 14-04-2020


Serie A, Rezza (Iss) frena sulla ripartenza: “Parere negativo”

Tutti pazzi per Bonaventura: almeno cinque club di A interessati