Per Silvano Ramaccioni l’eliminazione del Milan dall’Europa League può avere anche i suoi lati positivi, in termini di risorse fisiche

Silvano Ramaccioni, storico dirigente rossonero nell’era Berlusconi dei tempi d’oro, analizza il periodo del Milan ai taccuini di Tuttomercatoweb.com: “Ero convinto che quella di ieri fosse una grande occasione per coronare questa stagione finora molto buona, però la qualità dell’organico che ha permesso a Pioli di fare cose eccezionali inizia mostrare la corda. Per giocare su due fronti così importanti come campionato e Europa League e quando arrivi a questo livello serve un organico con tante possibilità di esperienza e energia. Il Milan è giovane ancora, non del tutto maturo come esperienze e sta pagando”

Tonali Centro sportivo Milanello
Centro sportivo Milanello

Sull’eliminazione dal torneo: “Questo torneo del giovedì è nemico del campionato e tanti allenatori alla guida anche di grossi club la trattavano come la Coppa Italia perché chi fa questo sforzo poi la domenica paga dazio in campionato. In Italia è un giochino perverso. Alla fine, e lo dico da grande milanista, andare avanti in Europa League sarebbe stato drammatico per come è messo il nostro organico adesso”

Mentre riguardo al campionato Ramaccioni ha così dichiarato: “Ora siamo fuori e se siamo in grado di recuperare e rigenerarsi a livello mentale e in generale come carica… Incombe una partita come quella con la Fiorentina, molto dura per i tanti impegni sostenuti e le assenze, ma l’importante sarà sfangarla. Mi accontento anche del punto. Penso che poi ci sia la possibilità di arrivare quarti”

Attualmente il Diavolo occupa la seconda posizione in classifica: “Il Milan ha grossi meriti, ha giocato un ottimo calcio, cosa che non posso dire dell’Inter che ha 9 punti di vantaggio ma ha giocato un pessimo calcio per tutta la stagione. Se poi giocheranno anche bene allora chissà cosa potrà succedere; hanno avuto la fortuna di uscire dalla Coppa Italia e e dalla Champions e con un organico come il loro, andare in campo una volta a settimana è giochino da ragazzi fare quel che hanno fatto, con un calcio brutto”

Intanto, Ibrahimovic è tornato: “Spero Sanremo permettendo e nazionale svedese permettendo, che sia quello che noi conosciamo – ha concluso Ramaccioni -, però il problema sono le energie nervose e atletiche che devono essere risanate”.

TAG:
Milan Silvano Ramaccioni

ultimo aggiornamento: 19-03-2021


Rinnovo Calhanoglu: c’è ancora distanza tra le parti

Calabria, nota ufficiale del Milan: “Tempi di recupero stimati in 30 giorni”