Pioli-Milan, non è ancora finita: il tecnico crede nella conferma

Milan, Pioli non è ancora spacciato: il tecnico ci prova

Elliott e Gazidis non hanno dubbi su Rangnick, ma il momento anomalo del calcio induce a una riflessione. Ecco perché Pioli può ancora sperare nella conferma.

Il Milan ha scelto Rangnick per guidare la squadra nella prossima stagione, ma l’emergenza Coronavirus ha rallentato la trattativa. Vista la situazione generale (non sarà un precampionato come gli altri), ci si chiede se questa sia davvero l’estate giusta per avviare un’altra rivoluzione. Secondo quanto riportato dal Corriere della Sera, il fondo Elliott starebbe valutando proprio questo. Possibile spiraglio per Pioli?

Ralf Rangnick Szoboszlai
Nella foto: Ralf Rangnick

Il piano della proprietà è quello di affidare al manager tedesco la rinascita del Milan ma, prima di prendere una decisione, i vertici societari – stando all’indiscrezione riferita dal noto quotidiano – vorrebbero aspettare la fine di questo campionato e avere un quadro completo della situazione. Pioli, dunque, avrebbe ancora delle possibilità di restare sulla panchina del club rossonero. L’allenatore emiliano continua a lavorare con professionalità e grande orgoglio e vuole provare a guadagnarsi la conferma. Come? L’unica arma a sua disposizione sono i risultati. Con la qualificazione alla prossima edizione dell’Europa League le chances di rimanere aumenterebbero. Per farlo, il tecnico milanista si affiderà ai suoi fedelissimi, come Ante Rebic, Samu Castillejo e Hakan Calhanoglu. In attesa, ovviamente, del rientro di Zlatan Ibrahimovic.

Aggiornato il: 24-06-2020