Milan, da Ibra a Pioli: il quarto posto eviterebbe l'ennesimo ribaltone

Da Ibra a Pioli e non solo: il quarto posto eviterebbe l’ennesimo ribaltone

La qualificazione in Champions garantirebbe la conferma a Pioli e allo stesso Ibrahimovic. Non sarà facile, ma il Milan ci proverà fino alla fine.

Sette punti da un obiettivo chiamato Champions. Possibile? Difficile, molto difficile, ma… perché no! Il Milan, nonostante le classifiche “dribblate” di rito (o scaramantiche, se preferite), ci proverà, com’è giusto che sia. Certo, servirà un’impresa, ma nel calcio tutto è possibile. Inutile girarci intorno: il quarto posto cambierebbe la vita un po’ a tutti. Servirebbe, ad esempio, a Zlatan Ibrahimovic, il cui rinnovo del contratto, come da clausola, è legato proprio al raggiungimento della Champions League.

champions Ibrahimovic Milan-Sampdoria
Fonte foto: acmilan.com

Mister Stefano Pioli spera in una vittoria nel derby per mettere benzina in vista del lungo rush finale. Il tecnico sa bene che solo un piazzamento nelle prime quattro posizioni gli garantirebbe la conferma sulla panchina del Milan. Ma un eventuale quarto posto – come evidenzia il Corriere della Sera – riporterebbe serenità anche a livello societario, dove le diverse anime del club si sono scontrate più volte, anche nella recente finestra di trattative. Insomma, la Champions porterebbe parecchi benefici, non soltanto dal punto di vista economico. Sarà dura, ma i rossoneri proveranno. Perché il calcio è imprevedibile quanto maledettamente complicato.

Aggiornato il: 06-02-2020