Rebic-Milan, serve un piano per riscattare l'attaccante

Milan, nodo Rebic: serve un piano per riscattarlo

Il Milan dovrà provvedere al più presto ad acquistare Rebic prima che si faccia avanti qualche club alla scadenza del prestito.

Il Milan dovrà (al più presto) studiare le mosse per trattare con l’Eintracht Francoforte l’acquisto a titolo definitivo di Ante Rebic prima che si faccia avanti la concorrenza alla scadenza del prestito, fissato a giugno del 2021. Lo scrive La Gazzetta dello Sport, che si sofferma sul club rossonero e sul futuro di alcuni giocatori più rappresentativi, come – appunto – il croato Rebic, Gigio Donnarumma e il capitano Alessio Romagnoli.

Ante Rebic Juventus-Milan

Il tempo – scrive il noto quotidiano sportivo – gioca a favore del Milan, ma guai a non approfittare del vantaggio. Con Zlatan Ibrahimovic in bilico (lo svedese chiede precise garanzie per rinnovare il contratto in scadenza nei prossimi mesi) e Rafael Leao ancora acerbo (il giovanissimo attaccante portoghese non ha convinto del tutto), i gol di Rebic sono una risorsa a cui il Diavolo non può permettersi di rinunciare. Ovviamente, il valore del cartellino del giocatore croato è schizzato verso l’alto grazie alle prestazioni offerte in questo 2020. La scorsa estate, al momento del trasferimento, le due società non hanno fissato una cifra per il riscatto, dunque la trattativa parte da zero. Si tratta di un’operazione ancora tutta da imbastire.

Aggiornato il: 18-03-2020