Ecco quanto dichiarato da Paolo Maldini in merito alla sua esperienza in veste di dirigente del Milan.

In merito al suo ritorno al Milan come dirigente, Paolo Maldini a So Foot ha dichiarato: “Non ho mai considerato il mio ritorno obbligatorio, né ho mai ritenuto obbligatorio che le persone che lavorano nel club mi chiamassero”.

Paolo Maldini
As Roma 27/10/2019 – campionato di calcio serie A / Roma-Milan / foto Antonello Sammarco/Image Sport nella foto: Paolo Maldini

Ha quindi proseguito: “Semplicemente perché ho fatto carriera fino al 2009, poi ho vissuto altre cose, perché la vita mi ha regalato nuove esperienze, a volte lontane dal calcio, e quindi non è come se vedessi questa esperienza come necessaria. Certo, il Milan è e sarà sempre la mia passione, come il calcio. Se un giorno la possibilità esisteva, volevo viverla come attore, volevo viverla recitando un ruolo, rispettando quello che era stato il mio passato all’interno di questo club. Sono stato chiamato quando il club era di proprietà cinese, ma non avevo necessariamente in mente di avere un ruolo operativo all’interno del club”.

TAG:
Maldini

ultimo aggiornamento: 11-03-2021


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Theo Hernandez carica il Milan: “Sempre con la squadra”

Milan, Nocerino: “Gigio e Theo fanno un altro sport”