Maldini-Milan, addio quasi certo: non accetterebbe "ordini" da Rangnick

Milan, Maldini non accetterà “ordini” da Rangnick

Gazidis e i vertici di Elliott proveranno a convincerlo, ma la permanenza in rossonero di Maldini sembra quasi impossibile.

Ufficializzato il destino di Boban – licenziato dal Milan nonostante il comunicato diffuso ieri dal club di via Aldo Rossu parli semplicemente di risoluzione del contratto – resta ora da capire cosa succederà con Paolo Maldini. Secondo quanto riportato dal quotidiano Tuttosport, i vertici del fondo Elliott vorrebbero che l’ex capitano, oggi responsabile dell’area tecnica, restasse, ma non sarà facile convincerlo.

Rangnick Elliott Ivan Gazidis Milan Allegri
Ivan Gazidis

Maldini, dopo essere stato promosso l’estate scorsa a capo del settore sportivo, difficilmente accetterebbe un ridimensionamento. Perché di questo si tratterebbe nel caso in cui Gazidis dovesse realmente puntare su Ralf Rangnick, al quale, altre alla panchina milanista, verrebbero affidati pieni poteri anche nella gestione della campagna acquisti-cessioni. Insomma, inutile girarci intorno: Paolo non si metterà mai agli “ordini” del tecnico tedesco, che ha già bollato come profilo non adatto al Milan. Tutte le strade, dunque, sembrano portare all’addio. Nei prossimi giorni o a fine stagione, questo si vedrà. L’a.d. Ivan Gazidis non ha ancora parlato in modo approfondito con Maldini, cosa che farà al più presto. Ma – come detto – sarà dura riuscire a strappare il “sì” del diretto interessato.

Aggiornato il: 08-03-2020