Maldini detta le sue condizioni al Milan: potere decisionale e rispetto

Potere decisionale e rispetto del ruolo: ecco le condizioni di Maldini per restare

Il futuro al Milan di Paolo Maldini è ancora incerto: l’attuale responsabile dell’area tecnica vuole precise garanzie.

La Gazzetta dello Sport pone l’accento sul futuro al Milan di Paolo Maldini. L’attuale responsabile dell’area sportiva milanista vorrebbe restare, ma non a qualsiasi condizione. Stando all’indiscrezione riferita dal noto quotidiano sportivo, l’ex capitano vuole avere determinate garanzie, come la certezza di partecipare alle decisioni cruciali, sia in tema di mercato che nella scelta dell’allenatore.

Rangnick Elliott Ivan Gazidis Milan Allegri
Nella foto: l’a.d. rossonero Ivan Gazidis

Insomma, Maldini pretende giustamente il rispetto – non solo formale – del suo ruolo. La proprietà rossonera, ovvero il fondo Elliott, non ha mai messo in discussione la sua posizione. Tuttavia, i vertici di via Aldo Rossi non hanno preso bene le dichiarazioni del direttore tecnico su Ralf Rangnick, bollato come un “profilo non adatto al Milan e al calcio italiano”. Anche Ivan Gazidis continua a credere in lui e punta alla sua permanenza, perché non sarebbe certo un bene per il club perdere una bandiera come Paolo.

Ma la decisione finale spetta solo a Maldini. Il dirigente, dopo aver “battuto” il Coronavirus (Paolo era stato contagiato insieme al figlio Daniel) è tornato al lavoro. Quando l’emergenza sarà finita, ci sarà certamente un confronto con Singer e Gazidis: c’è bisogno di un chiarimento, infatti, in merito a tutto quello che è successo nelle scorse settimane.

Aggiornato il: 15-04-2020