Keisuke Honda ripercorre il periodo passato alla corte del Milan e non in termini positivi: allora qualcuno non dava il 100%

In una lunga intervista rilasciata alla Gazzetta dello Sport, l’ex rossonero Keisuke Honda racconta il periodo passato in rossonero: “Quando c’ero io era una squadra difficile, qualcuno non dava il 100%. Non c’erano strategie nè top player. Inzaghi si prese tante responsabilità”.

Nicchi Conte Albertini Infantino Coronavirus Serie A coronavirus Milan-Genoa Pradè Calhanoglu Commisso Lega Serie A Ante Rebic diego laxalt Rebic Paquetà ricardo rodriguez Rebic Stefano Pioli Kessié nuovo San Siro Milan-Sassuolo

All’epoca il Diavolo contava in avanti su Mario Balotelli“Un talento enorme, eppure non faceva nulla per migliorare”, ha commentato l’attuale c.t. della Cambogia. E svela un aneddoto: “Volevo cambiare la sua routine quotidiana: ‘Mario, fidati. Se vuoi diventare il migliore devi allenarti duramente’. Mi guardò con una faccia seria e il giorno dopo si presentò in palestra 40 minuti prima della seduta. Anche il giorno seguente. Al terzo, si era già stufato. Mario è così”.

TAG:
Keisuke Honda Mario Balotelli Milanello rassegna stampa

ultimo aggiornamento: 29-03-2021


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calciomercato Milan: Darwin Nuñez nel mirino per l’attacco

Milan, strategia digital: “L’obiettivo è diventare società di entertainment”