Milan, le certezze di Pioli tra sistema di gioco e singoli

Milan, le certezze di Pioli tra modulo e singoli

Il sistema di gioco è funzionale alle caratteristiche dei calciatori, che si sono esaltati giocando con un ritmo diverso. Il Milan ha basi solide.

In attesa che il mercato entri nel vivo e che – soprattutto! – Ibrahimovic si decida a dare una risposta, il Milan di Stefano Pioli, che lunedì si ritroverà a Milanello, punta sulle certezze. Come riporta il quotidiano Tuttosport, sono tre le macro aree dalle quali il tecnico milanista dovrà ripartire.

Hakan Calhanoglu

La prima garanzia, senza dubbio, è il sistema di gioco. Il modulo 4-2-3-1, infatti, ha dato equilibrio alla squadra e ha portato risultati importanti nella fase del campionato post lockdown. Il Milan, inoltre, ha trovato un ritmo diverso, decisamente più alto, nello sviluppo della sua manovra. Il calcio proposto da Pioli, infatti, ha connotazioni molto più europee e moderne.

E poi ci sono i singoli, ovvero i giocatori. L’allenatore rossonero ripartirà da Gigio Donnarumma, Theo Hernandez e la coppia Kjaer-Romagnoli. Non solo: in mezzo al campo gli intoccabili sono Bennacer e Kessie, mentre là davanti ci sono Rebic e Calhanoglu. In attesa, ovviamente, di Ibrahimovic, altro pilastro su cui Pioli spera di poter contare. Insomma, se è vero che il mercato del Milan deve ancora decollare, è altrettanto vero che c’è una solida base su cui costruire.

Aggiornato il: 23-08-2020