Rebic-Milan, il futuro è un rebus: ora costa 40 milioni

Milan, il futuro di Rebic è un rebus: ora costa 40 milioni

Le recenti prestazioni hanno fatto schizzare verso l’alto la sua valutazione. Per avere Rebic bisognerà trattare con l’Eintracht Francoforte.

In prestito secco, senza diritto di acquisto. E questo può essere un problema. Ante Rebic non è di proprietà del Milan, ma dell’Eintracht Francoforte, che lo ha prestato per due stagioni alla società rossonera in cambio di André Silva, trasferitosi in Germania con la stessa formula. Ecco perché il futuro del croato – come sottolinea il Corriere della Sera – è un rebus.

derby Milan-Torino Ante Rebic Brescia-Milan
Fonte foto: https://www.facebook.com/ACMilan/

Come detto, nell’accordo tra i due club non è stata inserita una clausola per il riscatto. Inoltre: le parti non hanno fissato una valutazione precisa del cartellino. Ma se lo scorso agosto il valore di Rebic si aggirava intorno ai 25 milioni di euro (più o meno come quello di André Silva), oggi – alla luce delle prestazioni offerte dal giocatore negli ultimi due mesi – il costo è schizzato a 40 milioni. Situazione che pone l’Eintracht è in una posizione di vantaggio (i tedeschi possono fare il prezzo). Ma c’è un aspetto da non sottovalutare: nel 2021, ovvero al termine del prestito biennale con il Milan, Ante avrà un solo anno di contratto con la società di Francoforte, che non potrà quindi pretendere la luna. Boban è al lavoro per provare a inserire un diritto di riscatto, ma non sarà facile.

Aggiornato il: 19-02-2020