Da Gigio a Theo, Romagnoli, Bennacer e Calhanoglu: il Milan di Rangnick ripartirà da questi protagonisti, colonne anche del nuovo corso.

Il Milan ha scelto di ripartire da Ralf Rangnick, al quale verrà affidata non soltanto la gestione della squadra ma tutta l’area sportiva. Sarà il manager tedesco, dunque, a occuparsi del mercato, e sarà sempre a lui a valutare i componenti dell’attuale rosa per decidere chi confermare e chi cedere. Come riporta La Gazzetta dello Sport, il professore ha già indicato i suoi punti fermi.

Juan Musso Donnarumma Milan-Udinese
Nella foto: il portiere Gianluigi Donnarumma

Ovviamente Donnarumma, a cui il Milan potrebbe (dovrebbe) proporre di allungare di un anno il contratto in scadenza nel 2021. Un modo per uscire dallo stallo attuale, guadagnare tempo e scongiurare il rischio che Gigio possa lasciare il club a costo zero tra un anno. Perfetto, senza alcun dubbio, anche il profilo di Theo Hernandez, prototipo del giocatore che vuole Elliott: giovane, in grande crescita, perfetto per la filosofia di gioco di Rangnick. Pollice alto anche per il capitano rossonero Alessio Romagnoli, colonna a cui il Milan, contrattualmente parlando, dovrà rivolgersi in tempi rapidi. Dalla difesa a centrocampo, ovvero a Bennacer e Calhanoglu: l’algerino è un pilastro della squadra, mentre il turco può spaziare dalla mediana alla trequarti e piace molto a Rangnick.

TAG:
Bennacer Calhanoglu Donnarumma Rangnick Romagnoli slider Theo Hernandez

ultimo aggiornamento: 05-06-2020


Milan, possibile rivoluzione a centrocampo

Mercato Milan, attaccanti: corsa a due Jovic-Milik