Olivier Giroud, intervistato da Telefoot, ha voluto parlare del suo approdo in rossonero e della propria opinione sulla corsa scudetto.

Il neo attaccante rossonero Olivier Giroud, intervistato ai microfoni di Telefoot, ha raccontato del suo arrivo al Milan e ha espresso il proprio pensiero in merito alla corsa scudetto. Ecco le dichiarazioni della prima punta francese: “Quando ero più piccolo ero un tifosi del grande Milan di Papin, Van Basten e Baresi, per me era ovvio scegliere questo club ed è un orgoglio indossare questa maglia. Qui sono stato accolto come in una famiglia, ho fatto un ottimo debutto e ho fame di vittoria. Giocare titolare e divertirmi come nella mia prima parte di carriera è stata una bella sensazione, non avrei potuto chiedere di meglio. Ibra è un monumento, con lui ci sarà competizione vera. Se gioco tutte le partite, il mio obiettivo è di arrivare a 15 gol. Lo scudetto? Ci spero. Abbiamo qualità, giovani e motivazioni giuste per vincerlo. E’ un obiettivo chiaro, netto e preciso.”

Oliver Giroud
Oliver Giroud

Sulla mancata convocazione con la Francia: “Non so se abbiamo già superato l’eliminazione dall’Europeo, rimane ancora un po’ d’amarezza. Mi ha sorpreso non essere convocato a settembre, soprattutto perché non sono stato informato prima. Guardo avanti e rispetto le scelte”.

Milanello

ultimo aggiornamento: 26-09-2021


Milanello Report: squadra già a lavoro per l’Atletico Madrid

Calhanoglu è ormai dimenticato: Brahim Diaz illumina gli occhi dei tifosi