Pioli: "Porte chiuse? Niente alibi. La gara di domani importante per il futuro"

Pioli: “Porte chiuse? Niente alibi. La gara di domani importante per il futuro”

Ecco le dichiarazioni rilasciate dall’allenatore rossonero, Stefano Pioli, in vista della partita di campionato contro il Genoa.

Alla vigilia del match con il Genoa, il tecnico rossonero, Stefano Pioli, ha parlato ai microfoni di Milan TV: “Non siamo abituati a questa situazione – ha dichiarato in merito al match a porte chiuse – ma non deve diventare un alibi. Siamo di fronte a un’emergenza e dobbiamo dimostrare grande concentrazione. Non abbiamo i tifosi sugli spalti ma li avremo tutti davanti alla televisione e dobbiamo cercare di regalare loro qualche momento di svago e di felicità in questo momento difficile”.

Si parla anche della vicinanza della società: “Ho sempre avvertito il supporto da parte del club. A Milanello stiamo lavorando bene, con concentrazione e determinazione, abbiamo tutti i migliori strumenti a disposizione per preparare la partita. Non dobbiamo avere alibi da fattori esterni che non dipendono da noi. I ragazzi sanno quanto è importante la partita di domani, per il club e per il nostro futuro”.

Milan-Juventus Stefano Pioli Milan derby

Fin qui, il Milan non ha un buon rendimento a San Siro: “Se vogliamo migliorare la nostra posizione in classifica – ha affermato Pioli – dobbiamo migliorare il nostro girone d’andata. Davanti a noi abbiamo un periodo che sembra lungo ma che passerà velocemente quindi bisogna approfittare di ogni situazione. Dobbiamo essere concentrati per la partita di domani, una vittoria ci permetterebbe di raggiungere alcune squadre davanti a noi che non giocheranno”

Una considerazione anche su Ibrahimovic: “Allenare Zlatan è stimolante per me e per i compagni. Ha una fame di vincere e di lottare ancora, nonostante i grandi traguardi raggiunti, con quella perfezione per cercare di eccellere. Questa è la mentalità che il Milan deve avere. Il mercato di gennaio ha migliorato la squadra ma non solo dal punto di vista tecnico. Kajer e Begovic sono due sono giocatori di livello che hanno aiutato la squadra crescere”.

Aggiornato il: 07-03-2020