L’atteso summit dovrebbe portare all’accordo definitivo tra il Milan e Rangnick, che arriverebbe con il doppio ruolo di allenatore e dirigente.

Ralf Rangnick, l’uomo scelto da Elliott e dall’amministratore delegato Ivan Gazidis per guidare l’ennesima rivoluzione rossonera, è pronto a incontrare i vertici di via Aldo Rossi. Secondo quanto riportato dall’edizione odierna del quotidiano Tuttosport, l’atteso summit tra il manager tedesco e la proprietà del Milan potrebbe avvenire nel corso di questa settimana. 

Dalla società milanista continuano ad arrivare smentite, ma l’incontro in programma dovrebbe portare all’accordo definitivo con il professore, il quale approderebbe a Milanello con il doppio ruolo di allenatore e responsabile dell’area sportiva. dirigente. Elliott sta cercando di tenere un profilo basso sulla questione (c’è una stagione da chiudere), ma la notizia è ormai di dominio pubblico.

Paolo Scaroni
Nella foto: il presidente Paolo Scaroni

“Rangnick? Per il momento abbiamo fiducia in Pioli”, ha affermato il presidente Paolo Scaroni. “Non so se arriverà il manager tedesco – ha aggiunto il numero uno di via Aldo Rossi – le scelte le fa Gazidis, non so neanche quando parla con altri candidati. Noi abbiamo fiducia in Pioli e in Maldini. Abbiamo fatto un grande sforzo di riduzione dei costi. Il nostro a.d. si è concentrato su questo, nel futuro arriveranno giocatori giovani con prezzi ragionevoli. Non vogliamo prendere altre legnate dalla Uefa”.

TAG:
Elliott Gazidis Rangnick Scaroni

ultimo aggiornamento: 01-06-2020


Scaroni: “Fiducia in Maldini e Pioli. La rinascita non sarà veloce”

Milan, Musacchio vuole rinnovare il contratto