Il croato Rebic è in prestito fino al 2021, ma i rossoneri stanno pensando di anticipare la trattativa con l’Eintracht per evitare spiacevoli sorprese.

Il 2020 di Ante Rebic era iniziato col botto. Da oggetto misterioso a punto di forza del Milan, è stato un attimo. È bastato un gol, una fiammata, una botta improvvisa di fiducia per trasformare l’attaccante spaesato e inconcludente “ammirato” nella prima metà di stagione in un bomber letale sotto-porta e sempre presente. Insomma, un pilastro della squadra. Ma ora bisogna dare uno sguardo al futuro.

derby Milan-Torino Ante Rebic Brescia-Milan
Fonte foto: https://www.facebook.com/ACMilan/

Perché Rebic è in prestito fino al 2021, quindi il suo cartellino è ancora di proprietà dell’Eintracht Francoforte, che ovviamente proverà a monetizzare il più possibile dalla cessione del giocatore. Come riporta La Gazzetta dello Sport, nei prossimi mesi gli uomini di mercato di via Aldo Rossi inizieranno a trattare con la società tedesca per il suo riscatto (al momento dell’accordo non è stata inserita una cifra). I rossoneri vogliono anticipare l’eventuale concorrenza, per questo intendono aprire al più presto il tavolo delle trattative con l’Eintracht. Il Milan potrà puntare sulla volontà di Rebic, il quale si sente molto coinvolto nel progetto milanista: il ragazzo potrebbe quindi spingere per la sua permanenza a Milanello (stavolta a titolo definitivo), ma potrebbe essere “costretto” a ridiscutere il suo stipendio da 3 milioni di euro, che sfora il tetto per gli ingaggi previsto da Elliott e Gazidis. 

TAG:
calciomercato Eintracht Francoforte Rebic

ultimo aggiornamento: 03-04-2020


Robinho: “Ibra arrogante, ma in buona fede”

Milan, nuova idea di mercato: scambio tra Paquetà e Florentino Luis