Un centrale, un paio di terzini e almeno due alternative in più là davanti (un esterno destro e una punta): il Milan ha bisogno di rinforzi.

Il playoff di Europa League contro il Rio Ave ha messo a nudo i difetti e le evidenti lacune della rosa milanista. Il Milan è già una buona squadra, giovane e di carattere, ma cosa manca essere davvero competitivi a certi livelli? Premessa: l’assenza di un fuoriclasse come Ibrahimovic nelle ultime partite ha pesato e non poco. Provate a togliere Cristiano Ronaldo alla Juve o Lukaku all’Inter e otterrete più o meno lo stesso effetto. Perché i campioni fanno tutta la differenza del mondo, a prescindere dall’avversario (forte o modesto che sia).

Mercato Milan: urge un difensore

Partendo dalla difesa, è fin troppo evidente l’assenza di un centrale di spessore che possa dare il cambio ai due titolari (Romagnoli e Kjaer). E non è che sulle fasce la situazione sia migliore. Ad oggi non esiste un’alternativa concreta e di valore a Theo Hernandez (l’uruguaiano Laxalt non ha mai convinto), mentre sulla corsia opposta destano preoccupazioni le condizioni fisiche di Andrea Conti, perseguitato dalla sfortuna e spesso preda di lunghi infortuni.

Sandro Tonali
Nella foto: Sandro Tonali

Milan, centrocampo ok con Tonali

In mezzo al campo le cose vanno decisamente meglio. Il Milan ha piazzato un grande colpo, Sandro Tonali (è entrato benissimo contro il Rio Ave), e ha confermato i pilastri della passata stagione, Bennacer e Kessié. Una pedina in più non guasterebbe (Bakayoko sarebbe il top), ma Krunic ha sempre dato il suo onesto contributo nelle poche volte in cui è stato chiamato in causa.

Rafael Leao Milan
Nella foto: Rafael Leao

Attacco spuntato: servono rinforzi

In attacco manca un vice Ibrahimovic. È vero, contro il Rio Ave era assente anche il sostituto designato di Zlatan, ovvero Ante Rebic, ma il croato non è una vera punta e non ha mai amato particolarmente quel ruolo. Anche ieri Leao ha deluso, entrando in partita con la solita pigrizia. Secondo Pioli, il portoghese è un esterno offensivo, ma fin qui non ha mai dimostrato il suo vero valore (o forse sì!). Insufficiente pure il carico di qualità a destra. Samu Castillejo è un giocatore discontinuo, generoso ma non sempre affidabile: il Milan ha preso il giovane Hauge, che potrebbe giocare anche al posto dello spagnolo, ma non ci sono ancora i presupposti per giudicare.

TAG:
calciomercato Milanello slider

ultimo aggiornamento: 02-10-2020


Milan, la rassegna stampa: gara pazzesca col Rio Ave

Milan, niente Tomiyasu? Il Bologna chiede troppo