Le ultime prestazioni hanno dato slancio alla carriera juventina del centrale turco, destinato a rimanere a Torino. A meno di clamorose offerte.

Merih Demiral è uno dei principali obiettivi del Milan per il reparto arretrato. I vertici di via Aldo Rossi avevano provato a strapparlo alla Juve nel corso dell’ultima sessione estiva e hanno fatto un sondaggio anche per il mercato di gennaio. Ma la società bianconera, che già non aveva concesso grandi aperture, adesso probabilmente chiuderà tutte le porte.

Demiral-Juventus, avanti insieme: ora è quasi incedibile

Come riporta l’edizione odierna de La Gazzetta dello Sport, infatti, il difensore turco, nelle ultime due uscite della squadra (tra Champions League e campionato), è stato pressoché impeccabile e un suo addio è difficilmente ipotizzabile. A meno che non arrivi una proposta irrinunciabile: la valutazione attuale si aggira sui 40 milioni di euro. Troppi, ovviamente, per un Milan che avrà un budget limitato da spendere a gennaio. La strada che porta a Demiral, dunque, si fa sempre più in salita. Ai rossoneri non resta che virare su un obiettivo meno costoso. Jean-Clair Todibo del Barcellona è un profilo che potrebbe far comodo a Stefano Pioli.

Ecco un video con alcune giocate di Merih Demiral:

La redazione di Notizie Milan - giovane, dinamica e indipendente - vive il mondo rossonero 24 ore su 24.
Una passione a 360°, che si fa professione per raccontare in modo libero e scrupoloso le vicende del Diavolo.
Dalle news al calciomercato, dalle partite ai social, da Milanello a San Siro: la nostra missione è tenervi sempre aggiornati.
Perché Notizie Milan c’è, sempre e comunque, che si vinca o che si perda. Per i nostri lettori, per noi che amiamo questi colori.

Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per seguire Notizie Milan su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per scaricare la nostra APP

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 17-12-2019


Donnarumma-Milan, rinnovo in salita

Nuovo San Siro, Sala smonta il piano di Milan e Inter