Il Milan ha comunicato qualche settimana fa il bilancio al 30 giugno 2020, evidenziando una perdita di 195 milioni di euro.

Qualche settimana fa il Milan ha comunicato il bilancio al 30 giugno 2020, con una perdita di 195 milioni di euro. Gazzetta.it ha analizzato il consuntivo del club rossonero, evidenziando alcuni dati interessanti.

Casa Milan
Casa Milan

Il Milan costa ad Elliott una decina di milioni di euro al mese, con la società rossonera che ha visto crollare il proprio fatturato nell’ultimo resoconto. Al netto delle plusvalenze, infatti, esso è sceso da 228 a 172 milioni di euro. Il volume d’affari del Milan, ovviamente, ha subito una forte diminuzione a causa del Covid che ha comportato ben 41 milioni di euro di entrate in meno. Quest’ultimi risultano parzialmente compensati da 7 milioni di euro di minori costi: 4 per l’accordo trovato con i giocatori sugli stipendi, 2 per l’organizzazione delle gare e 1 per l’acquisto merci.

Per quanto riguarda gli aspetti positivi, la contrazione del monte ingaggi della rosa è stata cospicua. Gli stipendi al lordo dei calciatori sono complessivamente scesi dai 185 milioni del precedente bilancio ai 161. Ma non solo, sono aumentati gli investimenti per il rafforzamento della squadra e il dato è evidente dalla crescita degli ammortamenti: dagli 89 milioni del 2018-19 ai 103 del 2019-20.

TAG:
Covid Elliott

ultimo aggiornamento: 28-10-2020


Europa League, Milan-Sparta Praga: le formazioni ufficiali

Calciomercato Milan, per la difesa occhi puntati su Mustafi