Conferenza stampa di presentazione per Junior Messias: “Sono orgoglioso di essere qui, sono stati ripagati i sacrifici che ho fatto”.

Ecco le dichiarazioni rilasciate in conferenza stampa dall’ultimo acquisto del mercato rossonero, il brasiliano Junior Messias: “Arrivare a Milanello, trovare giocatori e un allenatore importanti, è un’emozione che si prova poche volte nella vita. Sono contento di essere qui. Solo il talento non basta, solo il lavoro non basta: serve dare sempre il massimo. Essere al Milan è il massimo della vita, ogni giovane vorrebbe giocarci. Sono orgoglioso di essere qui, sono stati ripagati i sacrifici che ho fatto. Sono felice di essere al Milan, una squadra con una storia incredibile”. 

“Io gioco dove serve al mister. Sono nato esterno d’attacco, poi ho fatto bene anche sotto punta. Deciderà lui dove farmi giocare. Sono al Milan e devo giocare da giocatore da Milan. Il passato fa parte del passato, sono dei ricordi che restano, ma ora devo pensare solo a fare bene nel Milan. Gioco a calcio perché mi piace. Essere o meno brasiliano non fa differenza. Il calcio è cambiato tanto, non sento questa responsabilità. Devo pensare solo dare il mio meglio per il Milan”. 

Junior Messias

“Anche l’anno scorso il Milan poteva vincere lo scudetto. Nelle prime partite ho visto una squadra aggressiva, ci sono tanti giocatori importanti. Ci proveremo. Non vedo l’ora di scendere in campo, mi piace giocare partite importanti. Capisco i tifosi che si aspettavano un nome importante. Il Milan mi ha dato fiducia, io devo ricambiarla, alla fine deve parlare il campo e non io”. Questa squadra ha tante cose. Io porterò la mia voglia di lavorare e il mio modo di giocare. Il mio sogno? Vincere lo scudetto e la Champions. Alla gente piace vedere la fantasia. Io spero di infiammare presto San Siro”. 

Milanello

ultimo aggiornamento: 03-09-2021


Gravina su Messias: “Sono le favole del calcio, che bello lo sport”

Milanello: ancora lavoro personalizzato per Kessie