Milan, dal mercato una boccata d'ossigeno ai conti

Milan, dal mercato una boccata d’ossigeno ai conti

Grazie alle cessioni, i rossoneri hanno risparmiato circa 80 milioni di euro. Il Milan, dunque, ha sfruttato il mercato di gennaio per mettere a posto i conti.

Due cessioni pesanti (Suso e Piatek), più altre uscite. Un paio di buoni colpi in entrata, più altri piccoli ritocchi alla rosa. Tutti rigorosamente low cost, tra prestiti con diritto/obbligo di riscatto e arrivi a parametro zero. Tutto sommato, quello del Milan è stato un buon mercato. Soprattutto dal punto di vista economico. Come riporta il quotidiano Tuttosport, infatti, al termine di questa sessione di gennaio, le casse rossonero hanno avuto una bella boccata d’ossigeno.

Piatek e Suso Milan-Spal

Tra ammortamenti e ingaggi, il club di via Aldo Rossi arriva a risparmiare 80 milioni di euro, considerato che il riscatto di Suso da parte del Siviglia (in caso di qualificazione in Champions League del club andaluso) sarà di 21 milioni più bonus, mentre la cessione di Kris Piatek all’Hertha Berlino ha fruttato 28 milioni cash, soldi che hanno consentito alla società milanista di mettere a referto una piccola plusvalenza (circa un milione di euro). Il Milan, dunque, ha migliorato i conti, dando una riordinata al bilancio. I dirigenti rossoneri hanno deciso di ripartire da un campione come Zlatan Ibrahimovic, il vero colpo di gennaio messo a segno da Maldini e Boban.

Aggiornato il: 01-02-2020