Intervista all’ex difensore rossonero, Mattia Caldara: “Per la prima volta nella mia carriera non sono riuscito a ricambiare la fiducia. Dirò sempre grazie al Milan”.

È ancora di proprietà del Milan, ma difficilmente tornerà a indossare la maglia rossonera. Mattia Caldara, infatti, è stato ceduto in prestito all’Atalanta (con diritto di riscatto) fino al 2021. La sua avventura a Milanello, dunque, può considerarsi conclusa. Perché la Dea non si lascerà scappare il giocatore, diventato subito un titolare.

Lucas Biglia Andrea Pirlo Musacchio Castillejo Milan-Udinese Theo Hernandez rivera ricardo rodriguez San Siro Milan Milan-Sassuolo Paquetà

L’ex difensore milanista, intervistato dalla Gazzetta dello Sport, ha parlato proprio della sua esperienza al Milan, esternando tutto il suo rammarico per come sono andate le cose: “Per la prima volta nella mia vita – ha dichiarato il giovane centrale – non sono riuscito a ripagare la fiducia avuta da un club, ad esprimermi ai miei livelli: mi brucia molto, è stata una sconfitta. Ci penso ancora, ma so che devo accantonarla: un anno e mezzo così difficile è stato già abbastanza. E al Milan dirò sempre grazie: se non ha funzionato, è stata colpa mia”.

Un vero peccato: Caldara, infatti, avrebbe potuto comporre una coppia difensiva di tutto rispetto con il capitano Alessio Romagnoli. Ma i problemi fisici gli hanno impedito di affermarsi anche in rossonero.

TAG:
Atalanta Mattia Caldara

ultimo aggiornamento: 10-04-2020


La proposta di Galliani: “Campionati nell’anno solare come in Sudamerica”

Emergenza Coronavirus, l’iniziativa del Milan: kit con beni di prima necessità per gli abbonati over 65