Caldara all'Atalanta, è fatta: prestito di 18 mesi con diritto di riscatto

Caldara-Atalanta, ci siamo: prestito di 18 mesi con diritto di riscatto

Accordo raggiunto, siamo ai dettagli: Mattia Caldara tornerà a lavorare con Gian Piero Gasperini, che ha voluto fortemente il suo acquisto.

Mattia Caldara è a un passo dall’Atalanta. Come riporta il noto giornalista ed esperto di calciomercato, Gianluca Di Marzio, manca ormai pochissimo al ritorno a Bergamo del difensore. Stando all’indiscrezione, la Dea avrebbe raggiunto un accordo con il Milan per il trasferimento del difensore sulla base di un prestito di diciotto mesi con diritto di riscatto (la cifra non è stata però specificata).

Lobotka Haaland Paolo Maldini Erling Braut Haaland Todibo

Il passo decisivo è stato fatto oggi quando il rappresentante di Caldara, il noto manager Giuseppe Riso, si presentato nella sede milanista per definire l’operazione. Un incontro positivo, che conferma ulteriormente l’ottimismo per il buon esito della trattativa. L’ex Juve, dunque, sta per lasciare il Milan dopo una stagione e mezza in cui, a causa dei continui infortuni, ha messo a referto appena due presenze, una in Europa League e l’altra in Coppa Italia (il centrale non ha mai giocato in campionato con la maglia rossonera). Il classe ’94 sta quindi per tornare all’Atalanta, il club che gli ha dato le maggiori soddisfazioni. A questo punto Maldini e Boban dovranno individuare un nuovo difensore: Simon Kjaer è il nome in cima alla lista.

Aggiornato il: 09-01-2020