L’ex direttore sportivo rossonero, Massimiliano Mirabelli, fra le altre cose, ha parlato anche del ritorno al Milan del fuoriclasse svedese.

Torna a parlare l’ex direttore sportivo del Milan, Massimiliano Mirabelli. E lo fa, come sempre, rifilando precise stoccate al club rossonero: “È rimasto ancora qualcosa di buono del nostro lavoro – ha dichiarato ai microfoni di Radio Sportiva – ogni dirigente cerca di portare qualcosa di suo. Quella squadra ha raggiunto per due volte l’Europa sfiorando la Champions League. Ai cicli serve tempo per costruirsi. Nel calcio bisogna avere pazienza, guardate l’inizio dei cicli di Juve e Liverpool. Il nostro Milan, nonostante tutto, è riuscito a qualificarsi in Europa”. 

Ibrahimovic Milan-Sampdoria
Fonte foto: acmilan.com

Nel corso dell’intervista, Massimiliano Mirabelli, tra le altre cose, ha parlato anche del ritorno al Milan di Zlatan Ibrahimovic: “Sono contrario all’arrivo di giocatori di 38-39 anni – ha affermato l’ex dirigente milanista – non bisogna accontentarsi e cercare di competere con le società inglesi, spagnole e tedesche. È una bella storia perché il giocatore ha scritto delle pagine importanti in Italia e nel Milan. Sicuramente non è più l’Ibra di un tempo, ma nel mercato di gennaio bisogna accontentarsi. È stato un bel ritorno per i tifosi”. Dichiarazioni che, come sempre, sono destinate a far discutere.

TAG:
Massimiliano Mirabelli Zlatan Ibrahimovic

ultimo aggiornamento: 23-01-2020


Suso, lo sconto non attira acquirenti

Tottenham, idea Calhanoglu per sostituire Eriksen