Maldini si allontana dal Milan: ma i giocatori sono con lui

Milan, Maldini si allontana. Ma i giocatori sono con lui

L’attuale responsabile dell’area sportiva ha instaurato un ottimo rapporto con lo spogliatoio. Ma se arrivasse Rangnick sarebbe impossibile per Maldini restare.

Paolo Maldini e il Milan sono sempre più lontane. Perché una eventuale convivenza con Rangnick non sarebbe possibile. Come riporta Tuttosport, infatti, il tedesco, nel caso in cui accettasse la proposta del club rossonero, arriverebbe con una carica a tutto tondo: un allenatore-manager con pieno controllo, anche sul mercato. Di fatto, diventerebbe il responsabile dell’area sportiva rossonera, una situazione che andrebbe a cozzare con quelle che sono attualmente le competenze proprio di Maldini. E l’ex capitano non accetterebbe mai un ruolo di secondo piano.

Ralf Rangnick Szoboszlai
Nella foto: Ralf Rangnick

Tra l’altro, l’attuale direttore tecnico rossonero ha già dichiarato di non considerare Rangnick un profilo adatto al Milan. Ma c’è un aspetto forse ancora più paradossale: i vertici di Elliott, con Gazidis in testa, sarebbero pronti a confermare Maldini. Soprattutto l’amministratore delegato non vorrebbe privarsi della preziosa collaborazione di Paolo, il quale ha instaurato un ottimo rapporto con i giocatori. A proposito di questo, lo spogliatoio milanista è proprio della parte di Maldini, a partire dai leader (Ibrahimovic, Romagnoli e Gigio Donnarumma). Lo stesso Pioli vota per lui, un dirigente che lo ha sempre protetto.

Aggiornato il: 10-05-2020