Nel pre-partita di Napoli-Milan, il responsabile dell’area tecnica milanista, Paolo Maldini, ha parlato ai microfoni di Sky: “Arriverà il giorno delle decisioni”.

“La frase si Rangnick? La ripeterei. Non era contro una persona, ma contro una modalità”. Lo ha dichiarato Paolo Maldini prima dell’inizio del match con il Napoli, ribadendo così il suo pensiero sul manager tedesco. Il futuro dell’ex Capitano è sempre più lontano dal Milan, nonostante gli appelli dei tifosi rossoneri, che lo invitano a restare.

“È un po’ una cantilena che stiamo ripetendo da tempo – ha aggiunto il dirigente milanista ai microfoni di Sky Sport vogliamo arrivare a fine stagione nella maniera migliore, per farlo dobbiamo evitare questi discorsi e poi arriverà il giorno delle decisioni. Dobbiamo dare stabilità alla squadra”.

Rebic Milan-Juventus

Maldini è orgoglioso dei giocatori e del tecnico Stefano Pioli: “Vedo il 90% degli allenamenti – ha affermato – e sapevo che questa squadra era destinata a sbocciare. Il lockdown ha permesso a Pioli di fare una mini preparazione che non aveva fatto. Tanti giocatori nuovi hanno fatto bene, ma se devo dire un nome dico Kessie: è diventato un calciatore completo, con una grande evoluzione. Il fatto di giocare a due lo ha aiutato, mi ha sorpreso davvero tanto. Sono sicuro che questa potrà essere una grande base per il Milan del futuro. A volte ci dimentichiamo anche dell’età della rosa, abbiamo un sacco di giovani. Abbiamo spinto molto per prendere due giocatori esperti come Ibra e Kjaer per farli crescere, non ci sono casi di squadre che hanno avuto successo solo con i giovani. Quella maglia pesa”.

TAG:
Paolo Maldini Rangnick

ultimo aggiornamento: 13-07-2020


Milan, la rassegna stampa

Milan, prima offerta a Szoboszlai