Maldini: "Nessun grande colpo. Ibra priorità. Bakayoko è un obiettivo"

Maldini: “Nessun grande colpo. Ibra priorità. Bakayoko è un obiettivo”

Le parole del direttore tecnico rossonero, Paolo Maldini, nel giorno del primo allenamento della squadra in vista della nuova stagione.

Paolo Maldini, responsabile dell’area tecnica del Milan, è intervenuto in conferenza stampa da Milanello in occasione dell’inizio della stagione rossonera 2020-21. “L’anno scorso abbiamo messo le basi per un’idea del Milan del futuro. Tra l’estate e gennaio sono arrivati nove giocatori. Quest’anno faremo acquisti mirati. Non potremo magari fare colpi come nel passato, non voglio illudere i tifosi, ma siamo vigili se dovesse capitare qualche opportunità di mercato”.

Si parla del rinnovo di Ibrahimovic: “Stiamo lavorando tutti duramente per arrivare a un accordo. Sappiamo che sarà una preparazione corta, quindi vogliamo provare a chiudere in tempi molto stretti. Piano B Normale che debba esserci un piano B – ha affermato Maldini – anche C e D, ma Ibra è la nostra priorità.

Casa Milan

Una considerazione sulle strategie di mercato: “Dobbiamo agire solo nei ruoli in cui bisogna migliorare e con giocatori superiori. Potrebbero essere pochi ritocchi, ma tutto quello che si farà è per migliorare quei ruoli in cui pensiamo che ci siano delle pecche”.

Il modello Bayern Monaco è quello sa seguire? “Sappiamo qual è la nostra strada – ha dichiarato Paolo Maldini – ma il Bayern è al momento un’altra cosa. È senza dubbio un modello, la sua organizzazione è da seguire. Noi siamo ancora distanti, ma la strada è quella. Ridurre il gap è difficile. Il Fair Play Finanziario è giusto, ma allo stesso tempo non permette di investire per ridurre il gap”. 

Il nome di Bakayoko continua a essere accostato con insistenza al Milan: “È una trattativa, conosciamo e apprezziamo il giocatore. È uno dei nostri obiettivi, ma le modalità sono ancora da studiare al 100%”.

Queste, invece, le parole di Maldini su Donnarumma e Calhanoglu: “Gigio è arrivato all’ultimo anno di contratto, ma è giusto prima risolvere la questione del rinnovo di Ibra. Poi penseremo a quello di Donnarumma. Siamo fiduciosi perché lui vuole restare, ma c’è un po’ di preoccupazione perché siamo arrivati all’ultimo anno, ma siamo pronti a fare offerte adeguati al suo valore. Calhanoglu? Ci vedremo con l’agente nelle prime settimane di settembre per parlare delle questione”.

Infine, un messaggio ai tifosi: “Li ringrazio perché riescono a dare sempre qualcosa di speciale. Il rammarico di questo finale di stagione è il fatto di non aver avuto i nostri tifosi allo stadio. Giocare quel tipo di calcio davanti a loro sarebbe stato speciale. Non vediamo l’ora di rivedervi allo stadio”. 

Aggiornato il: 25-08-2020