Maldini: "Milan, obiettivo Champions, Diaz può fare la differenza"

Maldini: “Milan, obiettivo Champions, Diaz può fare la differenza”

Ecco le dichiarazioni rilasciate da Maldini a Sky: “Ibrahimovic è un campione, il suo rinnovo era la nostra priorità”.

Il responsabile dell’area tecnica del Milan, Paolo Maldini, ha rilasciato un’intervista a Sky Sport. Ecco le sue dichiarazioni: “Il mercato è partito ieri, ma ci siamo portati avanti con delle operazioni. Quella più difficile è stata il rinnovo di Ibrahimovic, che era la nostra priorità. Le altre sono operazioni magari nate in maniera inaspettata, ma ci siamo fatti trovare pronti”. 

A proposito di Ibra, il dirigente rossonero ha aggiunto: “Sull’importanza di Zlatan abbiamo detto tutto, i risultati sono sotto gli occhi di tutti. Ibrahimovic non è importante solo in campo, ma anche per la competitività che ha portato a Milanello. È un campione e lo sarà sempre. Anche lui sa di avere 38 anni, ma non siamo tutti uguali. Ognuno invecchia alla propria maniera. Io per esempio ho vinto la mia ultima Champions League a 39 anni vincendo anche il premio di miglior difensore della competizione”. 

Una considerazione su Brahim Diaz, sbarcato oggi a Milano: “Può giocare in tutte e tre le posizioni dietro la prima punta. Può fare la differenza. I giovani non sono tutti uguali, alcuni sono pronti prima e altri dopo. Abbiamo tracciato una linea chiara, non esiste un modello di squadra che ha avuto successo solo con i giovani. I rinforzi sono mirati anche per aiutare questi ragazzi a crescere. Abbiamo indicazioni sportive, ma anche economiche. Il nostro monte ingaggi sta diminuendo. Se a tutto questo accompagneremo anche dei risultati importanti vorrebbe dire che avremmo fatto bene”. 

Casa Milan
Casa Milan

Si parla anche del calendario e della nuova stagione: “Mi ricordo l’esordio nel 2008 contro il Bologna. Quella volta abbiamo perso, la speranza è di fare meglio stavolta. Derby? L’anno scorso sono arrivate due sconfitte, la seconda in maniera clamorosa dopo 50 minuti di grande calcio. Il gap con l’Inter sembrava aumentato, ora vediamo cosa succederà in questa stagione. Giocheremo i preliminari di Europa League il 17 settembre contro una squadra che avrà già giocato 10-12 partite di campionato, mentre noi avremo fatto solo amichevoli. Ci giocheremo il passaggio del turno con una gara secca, ma saremo in forma per l’inizio”.

“La Champions non è un obiettivo dichiarato – ha affermato Paolo Maldini – ma deve essere il nostro obiettivo. La proprietà sta facendo degli sforzi per migliorare la nostra posizione in classifica. Vogliamo tornare tra le prime quattro, così facendo cambierebbero tante cose dalla stagione prossima. La speranza è quella, il Milan non può non pensare di lottare per i primi quattro posti”. 

Aggiornato il: 02-09-2020