Le parole di Paolo Maldini nel pre-partita di Juventus-Milan: “Locatelli? È stato lui a chiedere la cessione”.

Il responsabile dell’area tecnica del Milan, Paolo Maldini, ha parlato ai microfoni di DAZN prima del match contro la Juventus: “Secondo Allegri la partita di oggi è più importante per noi? Non so le motivazioni, dovreste chiedere a lui. Per noi è una gara importante, perché veniamo da una partita importante come quella con il LIverpool che, pur essendo una sconfitta, non ci ha tolto le certezze delle prime tre giornate di campionato. Le certezze sono quelle di voler imporre qualcosa, di non essere passivi, di migliorare con i giovani che anno dopo anno hanno più esperienza: ci sentiamo più forti dell’anno scorso”.

Paolo Maldini

“Romagnoli è un gran professionista – ha aggiunto il dirigente rossonero – ed è il nostro capitano. Una squadra che gioca in Champions League deve avere quindici-sedici titolari e Alessio è uno di questi. Locatelli? Sono arrivato nella settimana in cui è stato ceduto al Sassuolo. Noi gli abbiamo chiesto di rimanere, ma lui ha chiesto di andare via. Al Milan rimane solo chi vuole rimanere. Poi il percorso di Manuel non era per il tipo di squadra che volevamo e a lui ha fatto bene andare a Sassuolo”. Per quanto riguarda il rinnovo di Kessie, “le cose vanno raccontate – ha affermato Maldini – è un anno e mezzo che parliamo con l’agente. Ci saranno altre occasioni”.

Milanello

ultimo aggiornamento: 19-09-2021


Serie A, Juventus-Milan: le formazioni ufficiali

Kessie: “La Juve è forte. Rigori? Li calcio ancora io”