Le parole di Fabio Capello in merito all’episodio del derby: “Sono cose che a volte succedono tra calciatori”.

Intervistato da Il Giornale, l’ex tecnico rossonero, Fabio Capello, ha parlato della squadra di Pioli: “Non mi aspettavo di vedere il Milan in vetta. Mi aspettavo di vedere in testa Inter e Juventus per diverse ragioni. I nerazzurri sono una squadra già rodata e data per favorita da tutti gli addetti ai lavori e non solo. Conte è al suo secondo anno e dunque c’è una sorta di continuità. La Juventus ha avuto l’ingresso di Pirlo ma viene da nove anni consecutivi di vittorie ed ha una società forte alle spalle. Non mi aspettavo un rodaggio così lungo perché ha perso diversi punti con le piccole e chi vuole vincere lo scudetto di solito non lascia giù tanti punti con le piccole. Sul Milan, invece, che dire: ha disputato un 2020 eccezionale, fantastico ed è stata la vera sorpresa per la continuità di rendimento”.

Ibrahimovic e Lukaku
Il faccia a faccia tra Ibrahimovic e Lukaku

Nel corso dell’intervista, Capello ha detto la sua anche sul caso Ibrahimovic-Lukaku: “Sono cose che a volte succedono tra calciatori. Penso che entrambi siano andati sopra le righe però la cosa di cui sono dispiaciuto è che non si è litigato per un motivo calcistico ed è stato brutto per quello. Quando tiri fuori altri fattori esterni al calcio non è mai bello. Ibra accusato di razzismo? Ma no, dai. Il razzismo non c’entra niente con quanto successo con Lukaku. Nella maniera più assoluta. Zlatan è uno che ha vissuto una storia brutta come la guerra in Jugoslavia, ha il papà musulmano, la mamma cattolica e non è di certo razzista. Ripeto, sono stati scambi di battute spiacevoli e sciocchi”.

TAG:
Fabio Capello Ibrahimovic

ultimo aggiornamento: 28-01-2021


Finalmente Bennacer: “La fine del tunnel”

Colombo: “Sentivo la necessità di crescere”