Locatelli: "Addio al Milan? La società non credeva in me"

Locatelli: “Addio al Milan? La società non credeva in me”

Il centrocampista del Sassuolo, Manuel Locatelli, ha di recente parlato del suo addio al Milan.

Nel corso di un’intervista rilasciata a DAZN per la rubrica “Piedi X Terra”, l’ex calciatore rossonero, attualmente al Sassuolo, Manuel Locatelli, ha parlato del suo addio al Milan.

derby Eriksen San Siro Ricardo Rodriguez

A tal proposito ha affermato: “Quando c’è un ostacolo davanti si fanno tre passi indietro, si prende la rincorsa e lo si scavalca. Avevo bisogno di cambiare aria, di staccare, la società non credeva in me, me l’ha fatto capire. I primi mesi sono stati difficili, sono venuto con una mentalità sbagliata. Davo tutto per scontato, non mi allenavo sempre al massimo, mi è scattato qualcosa mentalmente e cerco di non sbagliare più soprattutto come atteggiamento”.

Per poi aggiungere: “Ora ho più continuità nella partita, leggo meglio le situazioni e sono più convinto nella giocata. Sento più fiducia in me, non è che prima potevo giocare solo basso nei tre, venivo messo solo lì e interpretavo il ruolo nelle mie caratteristiche. Poi sono cresciuto fisicamente e mentalmente e posso fare tutti e 3 i ruoli. Il mio ruolo preferito è giocare a due mediano di sinistra, ma mi piace giocare anche a tre. In cosa dovrei migliorare? Devo fare più gol…”.

Per quanto riguarda il suo futuro ha quindi concluso: “Vorrei tornare in una grande squadra, sono ambizioso, non so quanto mi ci vorrà. Spero di andarci al più presto ma non faccio viaggi mentali, penso solo a spingere in ogni allenamento e al presente”.

Aggiornato il: 17-02-2020