Trasferimento a titolo definitivo: Piatek lascia il Milan e l’Italia per provare a rilanciarsi in Germania. I rossoneri riescono così a piazzare il giocare senza generare una minusvalenza.

Krzysztof Piatek lascia il Milan per trasferirsi in Bundesliga. Sta per concludersi ufficialmente, dunque, l’esperienza in rossonero del “pistolero”, durata poco più di un anno. I vertici di via Aldo Rossi hanno raggiunto un accordo con l’Hertha Berlino per un trasferimento a titolo definitivo sulla base di 28 milioni di euro compresi di bonus. Un buon affare per il club rossonero, che può cedere il giocatore senza effettuare una minusvalenza.

Krzysztof Piatek De Paul

Quarantuno presenze complessive tra Serie A e Coppa Italia impreziosite da sedici gol: ecco il bottino di Piatek al Milan. L’ex Genoa aveva iniziato nel migliore dei modi la sua avventura milanista, ma il pessimo rendimento offerto in questa stagione ha spinto Maldini e Boban a venderlo già a gennaio. Troppe battute a vuoto, solo critiche e fischi per il pistolero, spesso beccato dal pubblico di San Siro. Kris proverà a rilanciarsi in Germania, con l’obiettivo di strappare una convocazione per i prossimi Europei. È andata così (cioè malissimo), ma il calcio è anche questo. Ora si attende solo l’ufficialità, ma la fumata bianca sembra essere arrivata.

TAG:
calciomercato Hertha Berlino Piatek slider

ultimo aggiornamento: 29-01-2020


Piatek e Rodriguez: il punto sul mercato in uscita

Milan, idea Matías Viña per sostituire Rodriguez