Difficilmente il Barcellona lascerà partire Todibo in prestito. Il dialogo tra le parti prosegue: il giocatore ha già dato l’ok.

C’è fiducia sul fronte Todibo. Ma l’opzione prestito è da scartare. Perché il Barcellona, club proprietario del cartellino, ha bisogno di fare cassa e vuole monetizzare il più possibile dalla cessione del giocatore francese. L’affare è fattibile, ma ingaggiarlo non sarà facile. Perché le pretese dei catalani sono alte (20 milioni di euro cash) e la concorrenza (soprattutto dalla Bundesliga) non manca.

Come riporta La Gazzetta dello Sport, il dialogo tra le parti è cominciato il mese scorso e prosegue senza sosta. Paolo Maldini, responsabile dell’area tecnica milanista, e il suo braccio destro, Zvonimir Boban, sono in costante contatto con Eric Abidal, il dirigente blaugrana che ha scovato il giocatore al Tolosa. Todibo e il suo entourage hanno dato l’ok al trasferimento a Milano, ma adesso bisogna convincere il Barcellona.

Paolo Maldini Erling Braut Haaland

Come detto, i vertici di via Aldo Rossi sono fiduciosi sulla possibilità di chiudere l’operazione. Anche se la richiesta di base è alta e la formula con il diritto di recompra non piace granché alla proprietà. I rapporti con il Barça sono ottimi, ma bisogna trattare per arrivare a un accordo che possa soddisfare tutti.

calciomercato

ultimo aggiornamento: 20-12-2019


Milan, Lobotka e Berge per il centrocampo

Milan, caccia a un nuovo ds: idea Sartori