Stop (solo momentaneo?) alla linea verde: l’a.d. Gazidis approva l’arrivo di giocatori ultra-trentenni come Ibra, Kjaer e Begovic. Il club di via Aldo Rossi cambia strategia.

Il Milan cambia rotta. O meglio, strategia. Stop ai giovani, almeno per il momento: meglio affidarsi all’usato sicuro. Da Ibra a Kjaer e Begovic: il mercato invernale, come riporta il quotidiano Tuttosport, ha sconfessato i principi imposti da Gazidis. L’amministratore delegato ha forse cambiato idea? No. Semplicemente ha capito che una squadra composta interamente da giovani non può reggere il passo e i ritmi di una stagione.

Ibrahimovic
Fonte foto: https://www.facebook.com/ACMilan/

Un anno fa, di questi tempi, il Milan spendeva 70 milioni di euro per Paquetà e Piatek, bocciando l’arrivo del duo Ibrahimovic-Fabregas. Ora, invece, arrivano giocatori sui quali non si può impostare alcun progetto a lunga scadenza. Profili, tra l’altro, non rivendibili. Begovic e Kjaer, infatti, sono in prestito fino a giugno, mentre Ibra potrebbe al massimo prolungare per un’altra stagione, ma non può certo essere venduto per fare cassa. Il sospetto è che dietro questo evidente cambio di strategia ci sia la volontà di cedere il club, per cui non vale la pena continuare a investire, ma piuttosto bisogna cercare in tutti i modi di tornare in Europa.

TAG:
Begovic Ivan Gazidis Kjaer slider Zlatan Ibrahimovic

ultimo aggiornamento: 14-01-2020


Milan, la rassegna stampa odierna

Milan, Suso non ha gradito le critiche: vuole andare via