Le parole del dottor Giovanni Rezza dell’Istituto Superiore di Sanità: “Prima o poi ci sarà un riavvio, magari graduale o parziale, delle attività produttive”.

Il dottor Giovanni Rezza, epidemiologo e dirigente di ricerca dell’Istituto Superiore di Sanità, ha fatto il punto della situazione sull’emergenza Coronavirus in Italia nel corso di una conferenza stampa svoltasi questa mattina. L’esperto, alla luce degli ultimi dati e dell’analisi della curva dei contagi, ha evidenziato come le misure di restringimento adottate nel nostro Paese stiano sortendo gli effetti sperati: “I dati italiani – ha dichiarato – sembrano confermare che le misure di distanziamento sociale dure e coraggiose stanno dando i loro effetti positivi”.

spesa coronavirus

“Prima o poi – ha aggiunto il dottor Rezza – ci sarà un riavvio, magari graduale o parziale, delle attività produttive, ma quello che ci sentiamo di dire è che servirà rafforzare molto il controllo sul territorio: identificazione precoce dei casi, isolamento dei casi, rintracciare i contatti ed essere molto più attivi nelle misure dei controllo”. Stando ai grafici dell’Istituto Superiore di Sanità, il 31.4 percento delle persone decedute in Italia è di genere femminile. Tra gli uomini la media di patologie pregresse tra i decessi è di 2.7, mentre tra le donne è leggermente più bassa (2,6 stando ai dati forniti dall’ISS).

TAG:
coronavirus Giovanni Rezza ISS Istituto Superiore di Sanità

ultimo aggiornamento: 03-04-2020


Clamoroso Moggi: “Il Milan meritava la B”

Milan, pronto il rinnovo di Romagnoli