Lunga intervista a Mikkel Beck, procuratore di Simon Kjaer. Il manager ha parlato del suo assistito e della sua voglia di approdare al Milan. Un sogno finalmente coronato.

Il rappresentante di Simon Kjaer, il manager Mikkel Beck, ha parlato del difensore danese ai microfoni di SempreMilan.com. Ecco le sue dichiarazioni: “Abbiamo una storia con il Milan. Simon è stato vicino a unirsi a loro molte volte nella sua carriera, non è mai venuto fuori ma il Milan è tornato per lui a gennaio e questo era il momento giusto per unirsi ai rossoneri”.

“Ha iniziato al Palermo – ha aggiunto l’agente – e quando è partito per andare a Wolfsburg mi ha detto che aveva amato tanto la sua esperienza in Italia e che voleva tornare un giorno e giocare per un grande club. Ho sempre saputo che fin da bambino il Milan era stata la sua squadra del cuore, i suoi grandi idoli erano Nesta e Maldini, soprattutto Maldini. È sempre stato un sogno”.

Si parla del recente derby: “È stata una settimana speciale per lui, non la dimenticherà mai. Prima la 100esima partita con la Danimarca a Wembley e poi, tre giorni dopo, la vittoria sull’Inter in uno dei più grandi derby del calcio mondiale: è una settimana da ricordare per il resto della sua vita”.

Stefano Pioli
Nella foto: Stefano Pioli

Beck: “Scudetto Milan? Tutto è possibile”

“Penso che Simon, insieme alla squadra, voglia arrivare più in alto possibile. Quando sei il Milan e hai una buona squadra, l’obiettivo deve essere quello di lottare per il titolo o almeno qualificarsi per la Champions League. Scudetto? Credo che con questi giocatori tutto sia possibile. E anche con questo allenatore, che ha fatto magnificamente bene con la squadra”.

A proposito di Pioli, ecco le parole del procuratore di Kjaer: “Il contributo che Simon sta dando dentro e fuori dal campo è di alto livello. Stiamo parlando di un professionista impeccabile e di un uomo intelligente. Avere la fiducia del tecnico significa molto. L’allenatore è il capo, quindi è sempre molto importante che gli piaccia quello che fai, che si fidi di te e che sia al 100% dietro di te. Per questo è molto importante il rapporto che hanno Simon e Pioli, ed è stato così fin dal primo giorno”.

Infine, una considerazione sul rapporto tra il suo assistito e Ibrahimovic: “Hanno un ottimo rapporto e sono due giocatori molto importanti per la squadra, quindi entrambi combattono insieme per la stessa causa”.

TAG:
Ibrahimovic Milanello Pioli Simon Kjaer

ultimo aggiornamento: 20-10-2020


Infortunio per Calhanoglu: lascia l’allenamento in stampelle

Milan, contro il Celtic tocca a Tonali