“Ibrahimovic è unico, in quindici giorni sarà al top”. Adriano Galliani non ha dubbi: lo svedese sarà determinante in campo e fuori.

Dopo l’ufficialità del ritorno al Milan di Ibrahimovic, La Gazzetta dello Sport ha intervistato l’ex amministratore delegato rossonero, Adriano Galliani: “Zlatan – ha dichiarato – ha una tale forza morale, un carisma, una determinazione per cui sarà sempre decisivo. In trentuno anni di storia rossonera non ho mai visto un giocatore appenderne al muro un altro perché non si impegnava abbastanza. Di liti ne ho viste eccome, ma mai qualcuno appeso al muro, nel senso letterale del termine. Ibra è così e lo farà ancora se vedrà un compagno non allenarsi al massimo. Anzi stavolta sentirà ancora di più questa responsabilità: Zlatan porterà aria pura. Tecnicamente può fare la differenza. Ha una fisicità devastante, in quindici giorni sarà al meglio della condizione. Sarà determinante in campo e fuori. Messaggio a Ibra? Solo un saluto: bentornato guerriero!”.

Ibrahimovic

Ibrahimovic al Milan, accordo fino a giugno

Nel corso dell’intervista, Galliani ha parlato anche della cessione dello svedese al Paris Saint-Germain: “Chi scelse di separarsi?  Certo non Ibra. Non voleva assolutamente andarsene. Fu ceduto per questioni di bilancio. Ha sempre deciso lui il proprio destino, tranne che in quell’occasione. Insieme fu scudetto il primo anno, l’ultimo del Milan prima della Juve dei record, e Supercoppa nel 2011. L’anno dopo arrivammo secondi, fu l’anno del gol di Muntari non dato in Milan-Juve a febbraio. Ma prima, nel mercato di gennaio, era tutto fatto per la cessione di Pato al Psg e l’arrivo di Tevez dal City. Un sogno, la coppia Ibra-Tevez. Saltò tutto e chissà cosa poteva essere. Credo che avremmo continuato a vincere, in quel periodo eravamo ancora davanti alla Juve. Cambiò la storia, Milan secondo. Si arriva all’estate 2012, quella dell’addio dei senatori”.

TAG:
Adriano Galliani Zlatan Ibrahimovic

ultimo aggiornamento: 28-12-2019


Ibrahimovic al Milan, le cifre dell’accordo

Non solo gol: Ibra un affare anche a livello commerciale