Il Milan ha pronta una protesta formale da inviare alla UEFA dopo i fatti di San Siro.

Il Milan non ci sta e convoca i piani alti. Come riporta la Gazzetta dello Sport, il Milan avrebbe presentato una lettera di protesta formalizzata con l’indirizzo della UEFA sul francobollo. Il club rossonero dopo i fatti di San Siro si sente penalizzata e discriminata, ritenendo che gli episodi visti all’interno del match di Champions non siano una pura svista arbitrale, ma siano stati effettuati in mala fede. Oltre al fattore campo, c’è anche quello economico, perché una penalizzazione così evidente e dai risultati così disastrosi fa perdere molti soldi al club. Basti pensare agli incassi che la società guadagna anche da un solo pareggio nella massima competizione europea. Cakir ora è dunque sotto inchiesta dalla UEFA.

rassegna stampa

ultimo aggiornamento: 30-09-2021


Ordine su Kessie: “Non vorrei che stia pesando il fatto di non aver mantenuto quel ‘Torno a Milano e sistemo tutto'”

Milan-Atletico: la giusta punizione inflitta a Cakir