Seguici su

Notizie

Ibrahimovic: “Stavo per andare al Bologna, poi vidi il Milan perdere a Bergamo…”

Zlatan Ibrahimovic

Parole da leader: Zlatan Ibrahimovic, ancora una volta, ha messo in mostra tutta la sua personalità. “Mi sento vivo”, ha dichiarato.

Il fuoriclasse del Milan, Zlatan Ibrahimovic, ha rilasciato una lunga intervista “Aftonbladet” dopo aver vinto il Pallone d’Oro svedese per la dodicesima volta. Nel corso dell’intervista, lo svedese ha aperto a un possibile ritorno in nazionale, lanciando un chiaro messaggio al commissario tecnico Janne Andersson: “È una cosa che deve venire da lui. Perché se pensa che io sia una distrazione, allora non mi interessa. Se pensa che io possa contribuire, allora ci penserò. Voglio essere nella Friends Arena, voglio vedere il Muro Giallo pieno quando entro in campo. Mi manca? Ovviamente: se a qualcuno non manca tutto ciò, vuol dire che ha chiuso la sua carriera. E io non ho ancora finito”.

Si parla anche del periodo vissuto a casa dopo aver contratto il Coronavirus: “Non è stato grave, solo un paio di settimane. Dopo tre giorni avevo mal di testa, ma non ho capito se era dovuto all’essere intrappolato, ripetevo le stesse cose tutto il tempo. Poi ho iniziato ad avere mal di schiena quando dormivo: mi svegliavo alle tre del mattino, dovevo prendere delle pillole. Al quinto giorno non sentivo più i sapori, né del cibo, né del caffè. Ho cominciato ad allenarmi solo dopo una settimana: prima non ci riuscivo, nonostante avessi un piano per allenarmi in casa come chiunque risulti positivo. Mi stancavo subito, ma era voluto perché volevo far funzionare il cuore e aumentare il battito cardiaco. Non ho avuto altri sintomi. Ora ho riavuto il gusto ma l’olfatto non è ancora al 100%. Cosa fare? Dobbiamo continuare a vivere, sapendo che il coronavirus fa parte delle nostre vite, come l’influenza”.

Nel corso dell’intervista, Ibrahimovic si è soffermato sul suo momento: “Mi sento vivo, so che posso giocare e fare quello di cui sono capace. Poi i risultati parlano da soli ed è un onore vincere di nuovo questo premio, ma senza il duro lavoro non si ottiene nulla. Alla mia età poi serve mentalità, oltre al talento. Ma è tutto nella testa: se vuoi, puoi. Mi sento bene, divento migliore e più completo ogni giorno che passa. Sono diverso da quello che ero dieci e cinque anni fa, penso di avere l’intelligenza di adattare il corpo a quello che posso fare ora. La gente dice che non corro molto, ma io scelgo il miglior modo per correre e aiutare la squadra. Merito anche dell’allenatore: mi mette a uomo in difesa e mi lascia libero davanti, così capisco come posso essere più utile. Se potessi correre 90 minuti senza sosta lo farei, ma non posso. Sono onesto con me stesso, ho bisogno di più tempo per recuperare dopo uno scatto, ma scelgo quando farlo e decido io quando devo sacrificarmi. Devo adattarmi ed essere più intelligente”.

Zalatan Ibrahimovic
Nella foto: Zalatan Ibrahimovic

“Mi alleno molto duramente e mi preparo molto bene – ha affermato Zlatan – nel mio programma atletico sono molto professionale. Dedico tutto il tempo possibile alla forma fisica ed è merito soprattutto della mia testa. Poi ho riposto un’altissima pressione su me stesso: la mia squadra è una delle più giovani d’Europa e non voglio essere paragonato a chi ha quell’età, ma nemmeno avere vantaggi perché sono più vecchio”.

Ibrahimovic aveva pensato di ritirarsi, ma il suo manager, Mino Raiola, è riuscito a fargli cambiare idea: “Volevo aprire un nuovo capitolo della mia vita. Stare con la famiglia ogni giorno, seguire i miei figli. Poi Mino Raiola mi ha detto: ‘Devi chiudere in Europa! Devi dimostrare di essere ancora a un livello alto, puoi farlo! Fai solo sei mesi a Milano, dopodiché puoi smettere. È troppo facile smettere negli Stati Uniti'”.

Il futuro di Ibra poteva essere al Bologna: “Mihajlović si era ammalato. Parlammo e mi chiese di andare a Bologna e gli risposi che lo avrei fatto gratis. Poi gli dissi: ‘Sarò onesto: non vedrai lo stesso Zlatan di dieci anni fa, quello che eri abituato a vedere quando giocavo in Italia. Sono completamente diverso’. Poi però vidi il Milan perdere a Bergamo, una sconfitta vergognosa. Abbiamo cominciato a sentirci e ho iniziato ad avvertire l’adrenalina. Per affrontare le giornate al meglio devi far pompare l’adrenalina, devi sentirti motivato. Mi sono chiesto dove sarei stato più utile, la risposta di Mino è stata ‘al Milan. Solo tu puoi far tornare il Milan quello di tanti anni fa’. Nella mia testa avevo una visione: era una situazione difficile ma non impossibile, una sfida sicuramente complicata. Dicevano che avevo 39 anni e che tutti quelli che erano tornati in rossonero avevano fallito. Io risposi che ce l’avrei fatta perché non ho mai perso la mia passione. I primi sei mesi sono stati difficili: non sapevamo se sarebbe rimasto l’allenatore, non sapevo se sarei rimasto io. Il club voleva cambiare filosofia e linee guida, la squadra era stata condannata prima di avere la possibilità di continuare a ottenere i risultati. Ma è così che abbiamo cominciato la scalata e oggi siamo più forti”.

Per quanto riguarda l’ultimo infortunio muscolare rimediato a Napoli, Ibrahimovic rassicura tutti: “Non è niente di grave. Solo una o due settimane”.


Prodotti ufficiali AC Milan,
per i veri tifosi del diavolo rossonero!

Guarda le offerte

La redazione di Notizie Milan - giovane, dinamica e indipendente - vive il mondo rossonero 24 ore su 24.
Una passione a 360°, che si fa professione per raccontare in modo libero e scrupoloso le vicende del Diavolo.
Dalle news al calciomercato, dalle partite ai social, da Milanello a San Siro: la nostra missione è tenervi sempre aggiornati.
Perché Notizie Milan c’è, sempre e comunque, che si vinca o che si perda. Per i nostri lettori, per noi che amiamo questi colori.

Clicca qui per iscriverti alla Newsletter
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per seguire Notizie Milan su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per scaricare la nostra APP


Primo Chef App


Leggi anche

Notizie9 ore ago

Milan: Pioli può finalmente fare appello alla profondità d’attacco

L’allenatore del Milan Stefano Pioli ha ora a sua disposizione una certa profondità d’attacco. Il ruolo di centravanti è quello...

Calciomercato16 ore ago

CorSport: due acquisti e tre rinnovi – Agosto mese rovente per il Milan

La fine di agosto sarà frenetica per il Milan che si prepara ad alcune sfide difficili sul campo mentre cerca...

Massara, Maldini e Gazidis Massara, Maldini e Gazidis
Calciomercato16 ore ago

Mercato Milan:pronta la seconda offerta per l’attaccante

Il Milan sta preparando una seconda offerta per il giovane attaccante dell’Aalborg Oliver Ross. Secondo quanto riportato da Calciomercato.com, il...

Calciomercato22 ore ago

Mercato Milan: il punto sui nuovi acquisti In programma

Passato l’entusiasmo per la vittoria sull’Udinese, la dirigenza ora è al lavoro per completare la rosa, il punto. Stefano Pioli...

Notizie22 ore ago

Milan: Tonali punta l’Atalanta

Sandro Tonali è attualmente convalescente da un lieve infortunio muscolare che lo ha tenuto fuori dai giochi per la partita...

Notizie22 ore ago

Due cose che De Ketelaere ha fatto particolarmente bene al suo debutto con il Milan

Charles De Ketelaere ha esordito con la maglia del Milan e i fan lo hanno fatto sentire il benvenuto. Il...

Notizie2 giorni ago

Milan: cosa ha funzionato e cosa no contro l’Udinese

Molto bene la prestazione di Diaz, Rebic e Calabria. Meno Leao, Diaz e l’approccio. Il risultato e l’andamento della gara...

Calciomercato2 giorni ago

Mercato Milan: la trattativa è quasi sfumata

Il Milan sta per perdere il talento azzurro, i rossoneri considerano eccessive le richieste del giocatore. Tuttosport ha riportato che...

Gonzalez Perez Beto Gonzalez Perez Beto
Notizie2 giorni ago

Milan-Udinese, Sottil: “Il rigore non c’era e li abbiamo messi in difficoltà”

L’allenatore dell’Udinese si lamenta a fine partita del rigore dato al Milan e fa i complimenti ai suoi per la...

San Siro San Siro
Notizie2 giorni ago

Marino, DS Udinese: “I rigorini non devono interessare il VAR, ci sentiamo danneggiati” 

Il direttore sportivo dell’Udinese si è lamentato del rigore concesso al Milan nel post partita. Al termine di Milan-Udinese, il...

IM_Stefano_Pioli IM_Stefano_Pioli
Notizie2 giorni ago

Pioli: “Dobbiamo iniziare meglio le partite, bene Diaz e Rebic”

Stefano Pioli commenta la prima vittoria del Milan in campionato. Intervistato dai microfoni di Dazn Stefano Pioli ha commentato la...

Notizie2 giorni ago

Con un Diaz ed un Rebic così, la rosa del Milan è molto competitiva

I due uomini più attesi della sfida erano Rebic e Diaz, chiamati ad una prova importante per dimostrare di poter...


   Guarda Video

Più letti