Lo svedese vuole un ingaggio top. Nessuna rottura definitiva, ma il dialogo tra i vertici societari e Ibrahimovic si è bruscamente interrotto.

All’improvviso, la frenata! Brusca, inattesa. Zlatan Ibrahimovic e il Milan sono più lontani. Non si tratta di una rottura definitiva, precisa La Gazzetta dello Sport, ma si una sorta di pausa di riflessione. Già, perché il dialogo tra le parti si è momentaneamente interrotto, in attesa di un nuovo incontro.

Rangnick Elliott Ivan Gazidis Milan Allegri
Nella foto: l’a.d. rossonero Ivan Gazidis

Questo perché Ibrahimovic ha spiazzato tutti rifiutando la proposta del club. L’idea dei vertici di via Aldo Rossi era quella di garantire al campione svedese un ingaggio fisso di 5 milioni di euro più un altro milioncino in premi. Niente da fare: questa formula, infatti, non ha avuto il gradimento dell’attaccante e del suo manager, Mino Raiola.

Zlatan ha chiesto un sostanzioso aumento sulla parte fissa: 7.5 milioni netti, magari comprendendo alcuni bonus. Al Milan, ovviamente, non hanno preso benissimo la controproposta del giocatore, ma la trattativa prosegue. Perché, in fondo, sia i vertici di via Aldo Rossi che lo stesso Ibra vogliono andare avanti insieme. Non sarebbe una sorpresa, dunque, se le parti decidessero di venirsi incontro, magari con una cifra a metà strada (6 milioni più bonus? Chissà!).

TAG:
calciomercato slider Zlatan Ibrahimovic

ultimo aggiornamento: 15-08-2020


Bollettino Coronavirus: 252.809 casi totali, 35.234 morti, 203.326 guariti

Milan, tutto su Milenkovic: la strategia dei rossoneri